domenica 31 agosto 2014

Come dire? Mica tanto presenti.



Abbiamo mangiato il melone, quello arancione e profumato. E le pere dell’albero, giuro, tutte zuccherine.
Che bello che bello che bello. Roba da dimenticare le zanzare che ci hanno divorato  immediatamente e che non ci ricordavamo davvero più. E poi Fabullo era contento come una Pasqua, ha visto Diana, ha cominciato a dare di matto quando siamo usciti dall’autostrada e ha riconosciuto la strada di casa.
Abbiamo anche scoperto che Peppa Pig è ancora viva e vegeta e va per la maggiore, oggià.
E attaccato una lavatrice perché ieri faceva caldo e oggi non so bene come andrà a finire, ma la soddisfazione di accendere la propria lavatrice non poteva essere rimandata.
E ieri sera ho scelto un libro letto e straletto però, anche lì, la soddisfazione di prendere qualcosa dalla propria libreria.
Mi sembra abbastanza evidente da tutto ciò che siamo contenti ma abbastanza, come dire, rimbambiti, o sbaruàti, che rende molto meglio.
Nel senso che uno non pensa ai dettagli tipo il melone arancione con la casa piena di valigie che sembra la palude delle robe da mettere a posto. Vabbè. Ce la possiamo fare.
Buona giornata.
Angela

sabato 30 agosto 2014

Destinazione casa.



Diamoci una sveglia perché si parte e questa volta destinazione casa. Che non vuol dire che poi stasera sarà meno caotica, anzi!!! Vuol solo dire che saremo a casa, ecco.
L’ultimo controllo dei tutorini è andato bene, le valigie sono praticamente pronte, mancano solo quelle ultime cose che però fanno perdere un sacco di tempo. E poi partiamo e siamo subito in Svizzera e poi dietro casa, perché questa volta si scende da Aosta.
Ieri il tempo è stato pietoso tutto quanto il giorno, ma siamo riusciti ad andare in piscina ancora una volta: per motivi di tempo legati appunto ai tutorini da fare, abbiamo potuto andarci solamente tre volte. Ma anche questa volta abbiamo notato come, ad ogni ingresso, Fabullo in acqua acquisti più padronanza di ora in ora. Rispetto al passato, è diventato molto più bravo con le gambette: la sinistra si muove sempre meglio e riesce a contrastarne l’incrocio. Mentre invece sono aumentati i problemi al braccino: lui prova a muoverlo in acqua, ma è davvero troppo rigido e condiziona la schiena e tutto il lato. Va bene, adesso andiamo a casa e almeno a quello ci pensiamo domani.
Adesso vediamo di dare un giro di vite a tutta quanta l’organizzazione.
Buona giornata.
Angela

venerdì 29 agosto 2014

Tutto molto organizzato.



Alla fine è andata che ieri c’era  una giornata dipinta, in maniche corte per la prima volta per intenderci e il bucato che asciugava al sole.
Così sono arrivata a Friburgo, ci vuole poco più di un quarto d’ora, e la nostra tecnica mi ha detto: secondo me i tutorini vanno bene, la giornata è splendida, teneteli nei piedini e provateli, e venite a mezzogiorno solo se ci sono problemi. Altrimenti non rompete la giornata e potete andare a spasso e ci vediamo domani mattina alle dieci e mezza.
E così abbiamo fatto, camminata per casa, passeggiata nel parco con camminata di avvicinamento alla macchinina taglia erba e aspira foglie, spesa e controllo tutorini: tutto bene.
Al pomeriggio nanna e piscina: ci siamo anche procurati una ciambella, così Fabullino ha nuotato da solo come un pazzo furioso e dopo un’oretta ancora un pochino si addormentava in acqua, galleggiando al calduccio.
E abbiamo fatto bene, perché, in effetti, stamattina piove. Per cui non saremmo usciti comunque: per cui torniamo a fare l’ultimo controllo tutorini e poi cominciamo a fare valigie, le ultime questa volta. Vediamo se riusciamo ad andare in acqua ancora una volta, se non diluvia e riusciamo a muoverci.
Buona giornata.
Angela

giovedì 28 agosto 2014

Proprio le prove da cinque minuti.



Ieri prova tutorini. Che ha voluto dire: altre due ore di lavoro, metti cammina togli modifica rimetti arrivo di altri colleghi per dare nuove valutazioni; e, durante le modifiche, arrivo del collega che si occupa di carrozzine per darci consigli per modificare la nostra. Concetto di base: è vero che si possono tentare altri supporti o sistemi di postura per il tronco, ma potete valutarli solo inclinando la carrozzina in avanti e non all’indietro; Fabio non può stare “sdraiato”, perché si spingerà ancora di più per raddrizzarsi.
L’avrei baciato, giuro. Lo so che le signore per bene non baciano il primo tizio che passa e tedesco per di più, e quindi giuro che non l’ho fatto. Però uno si sente un po’ meno idiota, ecco (per una volta tace anche LA PAOLA, non so se mi spiego). Perché diciamo questa cosa da non so quanti anni, ecco.
E comunque bisogna provare, ha ribadito il tecnico in questione quando gli abbiamo spiegato che Fabu va coricato perché tanto non combina niente e almeno sta comodo: se non proviamo come facciamo a sapere che cosa può fare.
E, nel contempo, Paulo Aimo Signore proseguiva con la sequenza di parolacce iniziata lunedì. Soprattutto quando abbiamo visto che Fabullo provava a tirare su e giù la punta del piede con il tutorino mobile alla caviglia.
Comunque: adesso esco e vado a Friburgo a ritirarli, il che vuol dire che ieri abbiamo finito alle quattro e mezza e la tecnica ha continuato con le modifiche. Torno e li facciamo mettere subito a Fabu e glieli facciamo tenere un tre orette, poi lo riportiamo a Friburgo per mezzogiorno così tutto viene controllato; se ci fossero problemi , abbiamo ancora oggi pomeriggio e domani per intervenire.
Buona giornata
Angela

mercoledì 27 agosto 2014

La giornata più bella.

Perché ieri abbiamo riposato, vista la giornata impegnativa di lunedì e visto che dobbiamo tornare oggi per i tutorini.
Per cui: dormire fino a tardissimo, passeggiata nel  parco per la spesa, nuova nanna pomeridiana e poi..... alle piscine termali.
E veramente Fabullino ha avuto la giornata più bella di tutte le sue vacanze.
Si è divertito come un pazzo, ha nuotato per due ore, in acqua prova anche ad usare il braccio sinistro.
Così noi vediamo anche quanto sia migliorato dalla prima volta che siamo stati qui e siamo un pochino contenti.
A Fabullino farebbe evidentemente bene lavorare in acqua, ma alla fine ci abbiamo sempre rinunciato perché ci troviamo sempre in condizioni complicate: o acqua troppo fredda, o calda ma in una vaschetta  per l'acquaticitá che è troppo poco profona per favorire il galleggiamento, o spogliatoi troppo freddi o scomodi, o è tutto accettabile ma siamo sempre troppo pieni e vi possiamo lasciare la vasca solo quando è libera, tipo dalle sette alle otto del mattino.  Oppure in centri specializzati qualcosa troviamo, ma si sta in acqua mezz'oretta scarsa, per cui dovremmo rinunciare alla scuola o  a qualcos'altro senza che ne valga troppo la pena.
Qui invece ci sono spogliatoi comodi per disabili con tanto di lettino elettrico, vasche calde davvero, possibilità di scegliere una vasca senza troppe correnti d'aria eccetera.
Insomma, se riusciamo ci andiamo di nuovo, in questi tre giorni.
Al momento è appena tornata la luce che mancava in tutto il condominio, e quindi posso farmi il the. Mica roba da poco.

Buona giornata.

Angela

martedì 26 agosto 2014

Missione tutorini.

Ieri si è nettamente sentito il rumore di mandibole precipitate e rimbalzate al suolo. Erano le nostre, man mano che vedevamo la tecnica dei tutorini lavorare.
Perché comunque eravamo un pochino nervosi: abbiamo comunque chiesto un appuntamento diretto con la ditta di ortesi, mentre l'altra volta eravamo filtrati dal centro di riabilitazione, con la dottoressa che verificava tutto.
Per cui volevamo stare attenti, a capire, a non farci propinare delle boiate,  anche  considerati i costi.
Anche se l'impressione di qualche anno fa era stata ottima.
Per cui la signora si è guardata Fabullino per mezz'ora, camminare con e senza tutorini, poi ha pensato tanto e infine ne abbiamo discusso: avrebbe voluto fare dei tutorini bassi alla caviglia perché Fabullo è bravo nel fissare il ginocchio.  Però il piedino destro devia troppo, per cui serve una leva più lunga per correggerlo, e noi siamo d'accordo. Lunghi ma articolati alla caviglia, a differenza di quelli che ha ora.
Perché Fabu ha già la caviglia abbastanza rigida, se la blocchiamo completamente in un tutore lungo per forza poi il piede devia lateralmente.
E poi, comunque, il movimento di dorsi flessione è buono, permette l'arrivo di informazioni corrette al cervello, perché impedirlo? Stabilizziamo con le spinte giuste la componente laterale e l'avampiede.
Chiaro e limpido. Ovvio.
Peccato che dobbiamo venire fin qui per sentircelo raccontare e spendere tremila euro.
Paulo Aimo ha detto una serie di robe irripetibili, soprattutto quando ha visto l'accuratezza del calco, un'ora e mezza di lavoro. Proprio come i dieci minuti italiani.
Intanto ho fatto una domanda mistica: ma tutti i bambini tedeschi hanno questi tutorini o solo quelli che vengono da voi? Risposta: vent'anni fa siamo stati più o meno i primi e avevamo problemi con le prescrizioni; oggi possono essere fatti meglio o peggio, ma la concezione è questa.  E poi: francamente, come i vostri non si vedono più.
Ecco.
Tenendo conto che quelli di Fabullo arrivano dall'alta scuola italiana, secondo le indicazioni dei massimi esperti di neuro ortopedia.
Se qualcuno ha un velo pietoso brevettato,  per favore me lo faccia avere.
Comunque: siamo tornati devastati ma soddisfatti. Domani pomeriggio andiamo a provarli e giovedì mattina li ritiriamo.
Certo però signora che non so quanto senso abbia questa soluzione, considerato che quando saranno da cambiare non è scontato che possiate permetterveli di nuovo e quindi dovrete comunque tornare sui vostri passi.
Anch'io non so quanto senso abbiano tante cose.

Buona giornata.

Angela

lunedì 25 agosto 2014

Ottima giornata.

Ieri ci siamo rnfrancati per una serie di situazioni.
Il tempo è stato spettacolare e la casa si è scaldata: per cui ne abbiamo apprezzato i grandi spazi, l'uscita sul giardino, le finestre luminose, abbiamo asciugato un bucato e abbiamo un pochino ripulito il tutto e cucinato.
Sempre per il suddetto motivo del tempo spettacolare, abbiamo passeggiato nel parco mattino e pomeriggio: fiori, alberi enormi, prati dipinti e puliti, un sacco di cagnolini da salutare, uno entrava nel fiume per inseguire le papere. E passeggiando siamo andati alla panetteria e mamma si è comprata uno strudel, e questa è un'altra ragione per essere di buon umore.
E poi, proprio in questo weekend, proprio nel parco sotto casa, proprio con un tempo splendido, che cosa c'era? Un concorso ippico di salto: nomi europei, categorie alte, salti spettacolari.
Inutile dire che la Michi l'abbiamo vista dieci minuti a pranzo e poi addio.
Oggi all'una e mezza a Friburgo per i tutorini : speriamo che ci convincano.

Buona giornata.

Angela

domenica 24 agosto 2014

Trasferiti!

Arrivati ieri pomeriggio a Bad Krozingen dopo un viaggio tranquillissimo.
Oggi c'è un bel sole e meno male, perché ieri eravamo un tantino in preda allo sconforto.
Siamo arrivati che c'erano quindici gradi e un cielo da metà novembre,  e vabbè.
Più che altro c'era la signora delle pulizie che mi ha chiesto cinque minuti per finire. In realtà ha cercato di tirar via e salvare le apparenze e i risultati non sono propriamente eccelsi.
E faceva decisamente freddo e il riscaldamento è spento e punto. Forse va detto che arriviamo dalla casa delle bambole di Kronach, dove per un prezzo decisamente più basso avevamo la perfezione e anche i termo accesi.
Però qui non abbiamo trovato di meglio.
Stamattina il cielo è azzurro,  speriamo che duri e scaldi, perché non esiste che ci ammaliamo per fare i tutorini, ecco.
Così possiamo uscire a passeggio perché qui fuori è meraviglioso. E comunque la casa è comoda, con dei grandi spazi in cui muoversi e dei letti belli comodi.

Buona giornata.

Angela

sabato 23 agosto 2014

Via!!!

Stamattina digurditi perché si parte: dobbiamo restituire le chiavi entro le dieci e siamo abbastanza avanti perché ieri siamo stati tattici.
Ma è anche vero che caricare non è una bazzeccola, noi nel perderci abbiamo fatto un master, e le chiavi vanno restituite ad una signora che sta al 14 perché il padrone di casa è partito con la roulotte per Colonia.
Quindi ci sono delle incognite, per cui abbiamo due ore davanti ma diamoci una mossa.
La sistemazione più comoda ed economica l'abbiamo trovata a Bad Krozingen, dove andavamo a fare la fisioterapia: è vicino a Freiburg, dove invece era tutto assai dispendioso. Ci avevano assegnato un alloggio più piccolino e invece ci hanno comunicato che ne hanno trovato uno più grande e comodo. E quindi vediamo.

Buona giornata.

Angela

venerdì 22 agosto 2014

Quanti km?



Sostanzialmente uno, nel bel mezzo di Bayreuth, in una piazzetta pentagonale vicino al mitico Teatro, va ad imbattersi in quelli del blog. Perché uno potrebbe far che incamminarsi e andare da Donna Paola. La quale mi dice che  sono gemellati.
Secondo me vuol dire che nel giro di pochissimo li annettono.
La città è bellissima, ieri c'era tanta luce, un grande centro storico tutto pedonale con i giochi d'acqua, e comunque poco traffico: e uno si chiede perché. Se sono tutti in ferie, o se davvero prendono tutti i mezzi pubblici o vanno in bici, viste le centinaia di biciclette in ogni posteggio.
Il pranzo all'insegna del rapporto qualità prezzo è finito in una pizzeria di un signore di Conegliano, dove abbiamo mangiato benissimo e ce la stiamo contata il giusto.
Oggi niente gite lunghe, perché vogliamo far riposare Fabu e cominciare ad organizzare la partenza per domani: ci spostiamo alla volta di Friburgo per l'appuntamento di lunedì per i tutorini.
Abbiamo trovato alloggio a Bad Krozingen, che è dove andavamo per la fisioterapia.

Buona giornata.

Angela

giovedì 21 agosto 2014

Gli esploratori.



Perché ieri abbiamo esplorato Bamberg e che meraviglia. Tutte le casette decorate e i ponti fioriti, e le porte d'ingresso dipinte, e il borgo in alto e il giardino delle rose.
Ci siamo stati un quattro ore e abbiamo fatto un numero imprecisabile di passi. E il tempo è stato bello, caldo ma non troppo.
E mentre stavamo su un ponte fiorito a contemplare un ponte affrescato, sono arrivati dei bambini italiani. Così abbiamo conosciuto una famiglia di Casalborgone, che vuol dire a mezz'ora da casa nostra.
Fabullino era stanco morto ma non si è mai lamentato, ci è sembrato contento. Pranzo da grandi al fast food (missione risparmio! !!) con il menu wurstel e patatine. E devo ricordarmelo tutte le volte che precipito nella tetraggine, che chi l'avrebbe mai detto che un bimbo sondinato potesse davvero gustarsi la qualunque.

Buona giornata.

Angela

mercoledì 20 agosto 2014

E via di gite!!!



C'è il cielo azzurro, giuro. Limpido sulle colline e sui tetti a punta.
Ieri invece era sul grigio andante ma non pioveva, e quindi siamo partiti e andati a Coburg, ad una mezz'oretta da qui.
Che ci è piaciuta perché è antica, luminosa, colorata e pulita. Lo so che i nostri concetti urbanistici non sono quelli di Le Corbusier, però ci siamo goduti la gita.
E siamo stati contenti di vedere Fabullo sereno: anche se poi era stanco di stare seduto e dritto, è stato bello contento, attento a tutto e curioso. Niente scene antipatiche, e ha mangiato tutto ciò che gli abbiamo propinato, come fa quando è di buon umore.
E visto il cielo, oggi proviamo ad andare a Bamberg: perché ci vuole un'oretta e quindi dobbiamo approfittare del tempo bello.

Buona giornata.

Angela

martedì 19 agosto 2014

Noi molto tedeschi.

Oh già.  Ieri abbiamo anche guardato un documentario sui cuccioli di elefante, e pure Magnum PI:che in tedesco è veramente uno spettacolo! !!!
Tutto questo al pomeriggio,  mentre Fabu dormiva. Poi pioveva, per cui abbiamo studiato un itinerario da fare in macchina: un anello tra le colline e i boschi del parco del Frankenwald. Così ci siamo goduti la gita e poi mamma ha fatto l'italiana che cucina: perché senza altri pensieri e corse da fare è proprio una roba divertente.
E basta. Ricordarsi di cogliere l'attimo.

Buona giornata.

Angela

lunedì 18 agosto 2014

Vacanza assoluta.


È che dopo otto settimane di sonno pietoso, come ci voleva, mammasanta.
Tra Fabullino spaventato e rognosetto e i vari malanni, non ci ricordavamo più come fosse dormire qualche ora di  seguito.
Stiamo ampiamente recuperando, giuro.
E Fabu si è rimesso tranquillo con Michi, senza essere arrabbiato.
Tempo un pochino così: by the way, riscaldamento acceso! !!! Però ieri qualche ora a spasso ce la siamo fatta: siamo stati a Kronach, che è a cinque minuti da qui. C'è tutta una parte alta con una fortezza e le casette alla tedesca, ce la siamo davvero goduta.
Poi abbiamo riposato, io ho guardato tutti i canali stranieri con le previsioni del tempo di Città del Capo e Sidney. Letto Pride and Pregiudice. Bevuto tisane a oltranza.
L'appartamento è davvero come speravamo: al piano terra, ma anche completamente agibile dal giardino. In cima alla collina, ma con il giardino in piano per stare fuori.
È un quartiere di villette tranquillo, e per la strada ci sono i bambini biondi con gli stivaletti e le ceratine colorate che fanno i capolavori con i gessetti. Fabullino li guarda e loro fanno ciao.

Buona giornata.

Angela

domenica 17 agosto 2014

Primo giorno di Vacanza!


Buongiorno!
è iniziata la nostra settimana di vacanza, siamo in una piccola cittadina, Marktrodach, nel Parco Naturale di Frankenwald, il piccolo alloggio è bellissimo e molto pulito e il paesaggio splendido, dopo una notte di sonno rigenerante ed un'ottima colazione partiamo per una breve gita nel Parco,
nelle foto potete vedere un bel tramonto polacco e il nostro cucciolotto tutto in posa,

buona domenica a tutti,

Paolo and Family

sabato 16 agosto 2014

La ripartenza.

Ieri con Internet non c'è stato verso,  sarà stato ferragosto. Ce l'abbiamo fatta per un attimo brevissimo. Vediamo ora che succede.
Si parte sul serio. Fabullino è lì che imperversa e bacia tutti perché tanto potete fare l'accidenti che volete ma io me ne vado.
Valigie pronte da caricare e riordino, in modo da non lasciare la stanza che neanche Roma dopo il passaggio dei Lanzichenecchi.
Poi funziona così: che dopo discussioni e preventivi siamo riusciti ad avere un appuntamento per una valutazione all'officina ortopedica di Friburgo per i tutorini: ci andiamo il 25 agosto. E ci gira abbastanza l'anima perché comunque abbiamo avuto dei tutorini che sono stati ampiamente pagati da tutti noi e fanno veramente pietà, ogni giorno di più. E adesso ce li compriamo nuovi: uno ogni tanto si chiede se è idiota o dove sbaglia, però ormai sono mesi che andiamo avanti e Fabu ne ha bisogno. E quando non potremo più permettercelo, amen.
Comunque: abbiamo 'sto appuntamento e abbiamo anche trovato alloggio per una settimana.
Così  partiamo ma non torniamo a casa, perché non avrebbe senso: per cui ci fermiamo una settimana in Alta Baviera, vicino a Kronach. Abbiamo prenotato un appartamento al piano terra, in una casetta persa più o meno nel bel mezzo del nulla e speriamo sia agibile sul serio. Il prezzo è ottimo, più vantaggioso che tornare a casa e ripartire poi per Friburgo, con gasolio e San Bernardo.  E facciamo allora che facciamo una settimana di vacanza, speriamo di fare delle belle gite.
Adesso ci diamo una mossa e poi vi contiamo. Internet permettendo! !!

Buona giornata.

Angela

venerdì 15 agosto 2014

Connessione assente o quasi

Buon Ferragosto a tutti,
 Oggi il criceto che dovrebbe far girare il vecchio modem a 48 k é a mangiare le costine pure lui quindi non ai naviga nella maniera più assoluta,  a presto Paolo

giovedì 14 agosto 2014

Sgoccioli!!!!

Oggi e domani ed è fatta. Giuro che se vedo ancora una cipolla o un cavolfiore bollito urlo.
Lo so che non sono queste le cose importanti, ma urlo lo stesso.
Fabullino, dopo i primi giorni veramente tristi, che mi hanno davvero fatto preoccupare, ci sembra che sia poi stato contento. Sull'impegno non so che dire, ma contento sì: e stimolato e interessato alle cose nuove.
Ci è piaciuto molto il programma riabilitativo, pensandolo con il dovuto buon senso: è un posto grande, con 35 pazienti, e bisogna sapere dall'inizio che la giornata non può essere personalizzata, perché devono far quadrare tutti gli orari dei bambini all'interno di quelli del personale e della cucina. Per cui i bambini più complicati come Fabu non possono fare tutto.
Abbiamo ad esempio scelto di non fare cavallo e piscina perché altrimenti avrebbe sempre pranzato alle quattro: ed erano le attività più faticose dal punto di vista logistico, per cui la loro utilità sarebbe stata ridotta, anche se si sarebbe divertito.
Insomma, prendendo atto di questo, il programma è proprio buono.
Ovvio che sono puntualizzazioni fatte di bocca buona, cercando sempre il meglio: perché rispetto alla concezione dei 45 minuti scarsi due volte alla settimana, beh,  siamo proprio su un altro pianeta. Anche questa volta ci siamo stupiti nel vedere come arrivino in intensivo dei bambini che noi terremmo a casa belli fermi per non stancarli.
E poi abbiamo apprezzato ancora una volta le competenze sul trattamento del braccio, che per i terapisti polacchi è un ulteriore specializzazione oltre al corso di laurea, che già di per sé è di cinque anni.
Insomma, a Fabullo ha fatto bene.

Buona giornata.

mercoledì 13 agosto 2014

Proseguono le Storie

Udite udite, Paulo Aimo Polacco ha conosciuto Cane Feroce e anche Gattino Polacco.
Non solo è anche comparso un altro gatto nero, offeso perché il piccolino è amico nostro e magari, eventualmente, mangia anche.
Per cui hanno discusso assai e li abbiamo separati. Poi stamattina Gatto Nero era sulla sedia fuori a fare la guardia. Ma in compenso è arrivata Cane Feroce subito di prima mattina.
Insomma, abbiamo il nostro bel da fare.
Fabullino con papà dorme bene e non fa l'isterico. E lo appenderei, considerato che mi ha fatto impazzire sette dico sette settimane.
Noi siamo agli sgoccioli e siamo contenti perché Fabullo ha fatto una bella esperienza, che non avrebbe potuto fare a casa.
Mamma è sempre un pochino pensierosa a chiedersi se avrebbe potuto impegnarsi di più.

Buona giornata.

Angela

martedì 12 agosto 2014

Che storie


Noi non ce la facciamo senza invischiarci in qualche storia di animali. Dev'essere più forte di noi.
Così ieri sono arrivati i cani della pet therapy,  e trainavano i bambini su un bel carrettino.
Che però era proprio solo un carrettino, con le sponde alte, in cui entrare e basta. Per cui per Fabu sarebbe stato impossibile, non poteva stare seduto lì.
Così con le due istruttrici abbiamo pensato di attaccare il cane direttamente alla carrozzina: abbiamo anche pensato alla potenziale scena di quando un cane di quella stazza avesse visto, per esempio, un gatto: partendo quindi come un ossesso e trascinandosi dietro al volo bambino carrozzina istruttrice e mamma.
Però abbiamo pensato che nella vita bisogna lanciarsi, si spera non da una carrozzina, e quindi proviamo.
Per cui Fabullino ha fatto un paio di giri,  con tanto di salite e discese, ridendo come un pazzo, con un cane che tirava e gli altri due che correvano di fianco.
E oggi aspettiamo l'arrivo di Cane Feroce, in modo che Paulo Aimo Polacco trovi quiete.
Buona giornata.
Angela